Istruzioni per il ritiro dei rifiuti ingombranti a domicilio

Come preparare il materiale

Criteri e limiti per la preparazione del materiale

Come da Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani della Città di Torino, è possibile chiedere il ritiro, orientativamente, di non più di 2 metri cubi di materiale, per una lunghezza complessiva non superiore ai 2,80 metri. In fase di richiesta è importante precisare in maniera dettagliata le specifiche del materiale (es. non “materasso” ma “materasso a 2 piazze”, non “armadio” ma “armadio a 3 ante”, non “cucina” ma “3 pensili e 2 cassettiere da cucina”).

Per i mobili è necessario provvedere allo smontaggio in singoli pezzi (ante, spalle, ripiani...).
Per i RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) non è consentito più di 1 pezzo per tipologia di rifiuto (es. 2 frigo no, 1 lavatrice e 1 frigo sì).
Per i sanitari (numero massimo consentito 3 pezzi) è indispensabile, per ragioni igieniche, il conferimento all’interno di un sacco aperto. Specchi, lastre di vetro e finestre vanno imballati per motivi di sicurezza.

Cosa non viene ritirato a domicilio

Si specifica che vengono ritirati a domicilio solo i rifiuti ingombranti di uso domestico - viene qui di seguito fornito un elenco esemplificativo ma non esaustivo di ciò che non viene ritirato:
bombole di gas, estintori, batterie di auto e di motocicli;
  • cartoni, anche se imballi di grosse dimensioni;
  • inerti da piccola demolizione;
  • minuterie, anche se raggruppate in uno scatolone (l'utente può servirsi dei centri di raccolta presenti sul territorio);
  • potature (servirsi dei Centri di raccolta). Per il ritiro di grosse quantità è possibile richiedere un preventivo al Servizio Customer Care Ambientale al numero 800.017277.
  • ingombranti se contaminati o provenienti da incendi (es. materassi con liquidi organici o insetti, pezzi di materiali bruciati…). 
In generale, ingombranti che per tipologia di materiale e/o quantità risultano chiaramente provenienti da utenza non domestica (es. apparecchiature elettriche o elettroniche di grandi dimensioni o a uso ufficio, arredi di negozi, utensili a uso professionale…)  oppure ingombranti provenienti da ristrutturazioni o manutenzioni eseguite da professionisti.
 
Fanno eccezione i piccoli rifiuti elettrici ed elettronici R4 che, in numero limitato, possono essere conferiti insieme ai rifiuti ingombranti, purché in fase di richiesta del servizio ne venga comunicata la presenza.
 

Per avere informazioni sul corretto conferimento di questi materiali ci si può rivolgere al Servizio Customer Care Ambientale al numero 800.017277.

Regole di esposizione

È preferibile esporre il materiale all’interno del proprio cortile condominiale se agevolmente accessibile al mezzo di raccolta (larghezza minima del passo carraio m. 2,50 e ingresso privo di barriere architettoniche).

Solo quando questo non è possibile, per assenza di cortile o mancata accessibilità, l’esposizione può avvenire su suolo pubblico, esclusivamente nel giorno fissato per il servizio. In questo caso, sul materiale deve essere affisso un cartello che riporta la dicitura Amiat seguita dal codice della richiesta che viene fornito in fase di definizione dell’appuntamento.

Esposizioni diverse da quelle indicate (es. su strada vicino ai contenitori di raccolta o in giorni diversi da quelli concordati per il ritiro) comportano la segnalazione alle autorità competenti e la successiva sanzione ai sensi del Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani della Città di Torino.

Orari di ritiro

Il ritiro avverrà dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16 e il sabato dalle 8 alle 12 qualunque sia il luogo di esposizione prescelto. 

Attenzione! Emergenza COVID-19

I rifiuti di cui si richiede il ritiro a domicilio non devono essere stati negli ultimi 15 giorni né in contatto, né nello stesso appartamento con persona positiva o in isolamento fiduciario o precauzionale. 

 

 

https://www.amiat.it/amiat-theme/images