Come Differenziare

A Torino per la raccolta differenziata vengono utilizzati cassonetti di diverse volumetrie a seconda del tipo di raccolta attivo nella propria zona, con differenti colorazioni in base alla frazione che dovranno accogliere:

  • verde per rifiuti non recuperabili
  • marrone per organico
  • giallo per carta e cartone
  • blu per vetro e lattine
  • grigio chiaro per imballaggi in plastica
Carta e cartone
Imballaggi in plastica
Vetro e lattine
Rifiuti organici
Rifiuti non recuperabili
RAEE
Toner e cartucce
Altre raccolte

Carta e cartone

La raccolta differenziata di carta e cartone in tutta la città di Torino è di tipo domiciliare.
Negli appositi contenitori con la CHIUSURA GIALLA è possibile gettare giornali, quaderni, libri, imballaggi in carta e cartoncino, scatole e scatoloni in cartone, cartoni per bevande (tetrapak e altri poliaccoppiati), con i seguenti accorgimenti:

  • il materiale deve essere pulito e privo di scarto organico;
  • scatole e scatoloni devono essere appiattiti;
  • NON si deve gettare il materiale in sacchetti di plastica, ma sciolto o in sacchetti a loro volta in materiale cellulosico;
  • NON si devono conferire fazzoletti di carta, carta oleata, carta da forno, carta stagnola, scontrini. Per eventuali dubbi, consultare la sezione dedicata sul sito del Consorzio COMIECO.

Ove non ancora presente, per attivare la raccolta domiciliare di carta e cartone, gli Amministratori di Condominio possono telefonare al numero verde della coop. Cartesio 800.201401.

Per maggiori informazioni sulla raccolta differenziata di carta e cartone, consultare il sito internet del Consorzio COMIECO.

Imballaggi in plastica

La raccolta differenziata della plastica, in Italia, prevede che siano raccolti separatamente solamente gli imballaggi in plastica, ovvero tutti quegli oggetti che fungono da contenitori per liquidi e solidi, e che al momento dell'acquisto contenevano o avvolgevano il prodotto.
Negli appositi contenitori con la CHIUSURA GRIGIA o nei sacchi semitrasparenti forniti da Amiat è possibile gettare bottiglie per bevande, flaconi, vaschette, confezioni (anche in polistirolo), tubetti, buste e sacchetti, piatti e bicchieri monouso, imballaggi in pluriball e altro materiale plastico, con i seguenti accorgimenti:

  • i contenitori devono essere vuoti e, per evitare l'insorgenza di cattivi odori, si consiglia di sciacquarli sommariamente;
  • bottiglie e flaconi devono essere schiacciati in senso orizzontale;
  • NON si deve gettare nessun altro tipo di plastica che non sia un imballaggio (es. giocattoli, bacinelle e stoviglie, custodie rigide, tubi da irrigazione, materiale da edilizia, oggetti in gomma, ecc.).

Per maggiori informazioni sulla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica, consultare il sito internet del Consorzio COREPLA.

Vetro e lattine

La raccolta differenziata del vetro, a Torino, è abbinata alla raccolta delle lattine e di tutti gli altri imballaggi metallici.
Nelle campane e negli appositi contenitori con la CHIUSURA BLU è possibile gettare barattoli in vetro o metallo, bottiglie e vasetti in vetro, boccette di profumo, tappi a corona, lattine, latte e scatolette, tubetti e contenitori metallici, fogli e vaschette in alluminio, con i seguenti accorgimenti:

  • i contenitori devono essere vuoti e, per evitare l'insorgenza di cattivi odori, si consiglia di sciacquarli sommariamente.
  • NON si devono conferire nei contenitori, né tantomeno abbandonare a fianco di essi, vetri piani, specchi, bicchieri ed altri oggetti in cristallo o pirex, lampade e lampadine, schermi di computer o televisori, oggetti in ceramica. Per eventuali dubbi, consultare le sezioni dedicate sul sito del Consorzio COREVE e sul sito del Consorzio CiAl.
  • NON si deve gettare il materiale in sacchetti di plastica, ma esclusivamente sfuso.

Per maggiori informazioni sulla raccolta differenziata del vetro, consultare il sito internet del Consorzio COREVE.
Per maggiori informazioni sulla raccolta differenziata dell'alluminio, consultare invece il sito internet del Consorzio CiAl.

Rifiuti organici

La raccolta differenziata dei rifiuti organici prevede la raccolta, negli appositi contenitori con la CHIUSURA MARRONE, di tutti gli scarti di origine animale e vegetale: frutta e verdura, gusci d'uovo, carni e ossi, pesce e lische, bustine di tè e tisane, fondi di caffè, fiori, piccoli quantitativi di rifiuto vegetale da giardinaggio domestico, con i seguenti accorgimenti:

  • utilizzare esclusivamente sacchetti in carta o in plastica biodegradabile e compostabile.
  • NON si devono conferire nei contenitori terra, lettiere per animali, mozziconi di sigaretta, escrementi di animali, gusci di molluschi. Per eventuali dubbi, consultare la sezione dedicata sul sito del Consorzio CIC.

Per maggiori informazioni sulla raccolta differenziata dell’organico, consultare il sito internet del Consorzio Italiano Compostatori CIC.

Rifiuti non recuperabili

Per tutti quei rifiuti che NON rientrano in alcuna frazione differenziata (a titolo di esempio perché sporchi o perché costituiti dall’insieme di più materiali che non possono essere suddivisi) e, in generale, in caso di dubbi sul corretto conferimento, si devono utilizzare i contenitori dei rifiuti non recuperabili: in questo modo non si rischierà di contaminare le raccolte differenziate.

RAEE

I RAEE sono i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, ovvero i grandi e piccoli elettrodomestici e in genere tutti gli oggetti che funzionano con alimentazione elettrica che si intendono gettare.
Per ogni acquisto di un oggetto nuovo, indipendentemente dal tipo e dalla dimensione, il rivenditore è obbligato a ritirare un analogo oggetto diventato rifiuto.
Per le apparecchiature elettriche ed elettroniche di piccole dimensioni (nessuna dimensione superiore a 25 cm), e quindi rifiuti non ingombranti, il grande rivenditore è altresì obbligato al ritiro gratuito senza alcun obbligo di acquisto.
Il cittadino può in ogni caso conferire il RAEE in uno dei Centri di Raccolta Amiat e, nel caso di elettrodomestici di grandi dimensioni, richiedere il ritiro gratuito a domicilio mediante sito web Amiat o attraverso il Servizio Customer Care Ambientale 800.017277.

Toner e cartucce

Presso i Centri di Raccolta Amiat, i cittadini possono conferire gratuitamente i prodotti informatici di consumo usati, quali le cartucce vuote a getto d'inchiostro (ink jet) e le cartucce vuote delle stampanti laser.
Il servizio di raccolta viene erogato gratuitamente anche agli enti e ai settori comunali, alle sedi circoscrizionali e a tutte le scuole pubbliche dell’obbligo della Città di Torino.
Le utenze commerciali e tutte le altre utenze che utilizzano i sistemi di stampa come attività di servizio della propria professione possono invece rivolgersi a La Nuova Cooperativa (tel. 011. 7732212, fax 011.7732228, mail lanuovacooperativa@lanuovacooperativa.it) per richiedere il contenitore e attivare il servizio, che è a pagamento se svolto a domicilio o gratuito qualora il richiedente si occupi del trasporto al punto di raccolta indicato dalla Cooperativa.
Per maggiori informazioni sul costo del servizio a domicilio è disponibile il Servizio Customer Care Ambientale 800 017277 o direttamente La Nuova Cooperativa.

Altre raccolte

Grazie alla presenza dei Centri di Raccolta in città, Amiat garantisce numerose altre raccolte differenziate:

  • abiti usati, scarpe e accessori – conferibili anche nei grandi contenitori metallici bianchi dislocati in tutta la città;
  • lampade al neon e a basso consumo;
  • legno;
  • materiali ferrosi e metalli;
  • oli alimentari esausti;
  • sfalci e potature da giardini privati in piccole quantità;
  • tappi in sughero.

Per maggiori informazioni, visitare la sezione dedicata ai Centri di Raccolta.

Per ottenere una raccolta differenziata ottimale da un punto di vista qualitativo e per evitare problemi di carattere odorigenoi rifiuti conferiti nei contenitori per carta, plastica e vetro devono, per quanto possibile, essere puliti e privi di residui organici. Pertanto è opportuno, ad esempio, sciacquare gli imballaggi ed evitare di conferire materiale sporco.

In caso di dubbi sul conferimento di un rifiuto, si può consultare il Rifiutologo Amiat nella sezione Guide, disponibile anche in inglese, francese, spagnolo, arabo e cinese, oppure utilizzare le app disponibili sul tema.
Sono inoltre disponibili video in lingua francese e in lingua araba dove operatori Amiat spiegano come effettuare una corretta raccolta differenziata.

Per ulteriori informazioni sulla gestione dei rifiuti urbani a Torino, fare riferimento al Regolamento di Gestione Rifiuti Urbani sul sito della Città di Torino.